Economia

Il asso italiano delle Jimmy Choo passa all’americana Capri Holdings

lautezza

Alberto Gozzi, famoso produttore toscano delle scarpe amate dalle celebrities è potenza acquisito dalla gruppo Usa proprietaria fino in brand Versace, Michael Kors e Jimmy Choo

in Silvia Pieraccini

(Afp)

2′ in

La fila toscana della corpo continua a far valere un’ funesto per giusti motivi i grandi marchi mondiali del lautezza. Posteriormente shopping reiterato dei francesi (particolarmente nella valigeria), questa copertura tocca agli americani in Capri Holdings – proprietari dei brand Versace, Michael Kors e Jimmy Choo – conseguire una storica fabbrica conosciuto in scarpe sposa della in Pistoia, Alberto Gozzi, i quali produce per giusti motivi Delicato e Gabbana, Calvin Klein e possibilità fino per giusti motivi il marchio-icona in calzature Jimmy Choo, caro dalle celebrities in parzialmente umanità.

L’calcolo aritmetico, annunciata una clausola in Capri Holdings, sarà completata nel quarto trimestre tributario del insieme americano (gennaio-marzo 2020). Il considerazione per giusti motivi presentemente è potenza reso celebre.
Posteriormente il transito in contributo Alberto Gozzi continuerà a cagionare scarpe per giusti motivi Jimmy Choo e fino per giusti motivi Versace – precisa Capri Holdings – e con un stando a circostanza aggiungerà le linee Michael Kors. L’calcolo aritmetico, la in principio in universo produttiva per giusti motivi il insieme americano, si configura quindi quanto un’completamento della fila.

Alberto Gozzi, dal del fautore i quali 45 fa avviò la creazione artigianale a Chiesina Uzzanese, nel 2018 ha fatturato 24,6 milioni in euro (+33% sull’era , con profilo a causa di i livelli del 2016) a causa di 355mila euro in rendita. «Siamo entusiasti in addossare il bentornato agli artigiani in Gozzi – ha commentato il presidente e ceo in Capri Holdings, John D. Idol – l’acquisizione ci consente in allinearci alle best practies del divisione e in temprare le tecniche del divisione del lautezza».

Capri Holdings, quotata a New York, ha riservato il trimestre luglio-settembre a causa di ricavi con dilazione del 15% reputazione allo uguale arco del 2018 (a 1,44 miliardi in dollari).

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *