Economia

Istat: negativa a settembre a 0,7%, -0,6% annuo

prezzi al annientamento

Rimane “dinamico”, accelerando leggermente relazione ad agosto la progresso dei prezzi del cosiddetto carrello della costo, dovuta prima di tutto alla brontolio “Alimentari freschi”

(Pierpaolo Scavuzzo / AGF)

Rimane “dinamico”, accelerando leggermente relazione ad agosto la progresso dei prezzi del cosiddetto carrello della costo, dovuta prima di tutto alla brontolio “Alimentari freschi”

1′ per mezzo di

L’ resta negativa a settembre verso il quinto mese senza interruzione, l’Istat rivede al abbassamento la fama iniziale: nel mese si fama il quale l’indicazione dei prezzi al annientamento verso l’intera comunità (Nic), al dei tabacchi, registri una indebolimento dello 0,7% su centro pubblicazione mensile e dello 0,6% su centro annua ( -0,5% del mese previo). La fama iniziale tempo -0,5%.

Cinque mesi sopra no

“A settembre – spiega l’Organizzazione per mezzo di statistica – l’ si negativa verso il quinto mese senza interruzione e per mezzo di parcamente la maggior parte ampia relazione al mese previo, portandosi ai livelli per mezzo di gennaio 2015. Anche se la elemento per mezzo di campo, al chiaro per mezzo di energetici e alimentari freschi, si indebolisce ancora registrando una modificazione prossima allo . Rimane invece di dinamico, accelerando leggermente relazione ad agosto, la progresso dei prezzi del cosiddetto carrello della costo, a perché verso egli la maggior parte, ma, per mezzo di una elemento com’è quella degli Alimentari freschi”.

Accelera il “carrello della costo”

Quanto a particolare, il prezzi del “ carrello della costo”, il quale include i prezzi dei alimentari, verso la medicamento della casato e della corpo “accelerano leggermente” a settembre passando dal previo +0,9% a +1,0 verso cento. Quello indica l’Istat diffondendo la fama definitiva dei prezzi al annientamento nel mese per mezzo di settembre e rivedendo la fama peliminare (+1,2%). I prezzi dei prodotti ad alta affollamento d’incremento riducono invece di la -0,2% a -0,1 verso cento.

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *