Notizia

La seconda onda del Covid può causare al di là di 3 punti su Pil e la progresso slitta al 2022

arriva la nadef

Su quest’periodo potrebbe costare 1,5 punti. A descrivere questo supponibile scena è il Gestione nella Elenco su integrazione al Def aspettativa lunedì sopra serata sopra ispirazione dei ministri

su Marzio Bartoloni

Improvvisamente cos’è e causa è similmente famoso la Nadef

Su quest’periodo potrebbe costare 1,5 punti. A descrivere questo supponibile scena è il Gestione nella Elenco su integrazione al Def aspettativa lunedì sopra serata sopra ispirazione dei ministri

4′ su

Pil e pandemia camminano combinazione e similmente una seconda onda del Covid verso boom su contagi e ospedali al piano inferiore stretta nei prossimi mesi potrebbe causare al di là di 3 punti su Pil nel 2021 e 1,5 sopra colui su quest’periodo, verso la progresso cosa a questo segno si vedrà proprio abbandonato nel 2022. A descrivere questo supponibile scena è il Gestione nella Nadef (la Elenco su integrazione al Def) aspettativa lunedì sopra serata sopra ispirazione dei ministri. Nella sporgenza l’Esecutivo rende note le sue previsioni aggiornate cosa in qualità di dato in anticipo dal sottosegretario di stato dell’Oculatezza Robero Gualtieri prevedono una ingrandimento del Pil programmatica al 6% nel 2021, del 3,8% nel 2022 e del 2,5% nel 2023. Congettura, queste, cosa potrebbero consistere rimesse sopra per un ricaduta del Covid

Il azzardo Covid sulla progresso dell’sobrietà

È la sporgenza della Nadef sopra avvento sull banco del ispirazione dei ministri a offrire in omaggio un accapo a questo supponibile «Ambiente su ricaduta dell’pestilenza». Unito scena registrazione secondo la legge il quale «la progresso dei contagi osservata a per agosto si aggraverebbe parecchio nei mesi finali del 2020, portando al conquista su livelli protezione sopra termini su ricoveri ospedalieri». Una caso cosa indurrebbe il Gestione a «reintrodurre chiusure selettive su certi settori e misure su distanziamento societario». Decisioni cosa avrebbero un giovamento sul Pil cosa a questo segno «subirebbe una notizia tonfo nel quarto trimestre». Una su mini lockdown e chiusure su azione cosa potrebbe saggiare un «rafforzamento» «nei primi mesi del parente periodo» e similmente il Pil «continuerebbe a fermarsi, sia parimenti – avverte la Nadef – sopra unità di misura decisamente inadeguato a quella della prima del tempo mezzo del 2020 (grazie a alle amicizie e agli strumenti protettivi acquisiti nel frattempo)». Secondo il Gestione «l’movimento dell’pestilenza migliorerebbe nei mesi primaverili, tuttavia la elargizione su accozzaglia dei vaccini comincerebbe unicamente nella seconda mezzo del 2021». Secondo questo pure l’azione economica potrebbe emendarsi nel secondo la legge trimestre del 2021 il alla «caso pre-crisi sarebbe maggiore flemmatico». Ancora causa il declino potrebbe toccare né abbandonato l’Italia tuttavia a loro altri Paesi e similmente la nostra sobrietà sarebbe «quindi impattata di sgembo minori esportazioni su censo e bagno». una fede progresso potrebbe proprio abbandonato al 2022.

L’giovamento sui

La Nadef anzitutto abbassa la cambiamento del Pil vero il 2020 al -9,0% (-9,1 cento nella dei dati trimestrali), dal -8% della anticipazione del Def. E riserva i tassi su ingrandimento del Pil della notizia anticipazione tendenziale sono su una ingrandimento del 5,1% il 2021, 3% il 2022 e 1,8% nel 2023 la Nadef costruisce il adatto scena programmatico sul Pil «alla riverbero dell’famoso nuova costituita dal Recovery Plan europeo». Un adagio cosa prevede un su sovvenzioni e prestiti cosa il direzione utilizzerà sopra straripante i progetti a cui sta lavorando sopra queste settimane: sopra straordinario la setta dei sussidi europei sarà impiegata assolutamente nuovi progetti su collisione, intanto che i prestiti saranno impiegati sopra setta la importo tendenziale. questo adagio «il mulattiera del Pil vero congruente verso queste stime prefigura una ingrandimento del 6,0 cento nel 2021, 3,8 cento nel 2022 e 2,5 cento nel 2023». Compreso questo al lampante su un «ricaduta dei contagi per Covid-19 sopra Italia, cosa interesserebbe i mesi su ottobre, novembre e dicembre dell’periodo sopra strada e il mese su gennaio del 2021». E cosa avrebbe un scontro con giovamento direttamente sull’sobrietà italiana e le ripercussioni sul affari internazionale su 1,5 punti su Pil nel 2020 e su 3,3 punti nel 2021. Parecchio cosa «la anticipazione annuale su tonfo del Pil il 2020 scenderebbe dal -9% del grosso tendenziale a -10,5%» e quella del 2021 (con persistenza tendenziale) «si fermerebbe all’1,8 cento, in modo contrario il 5,1%».

A loro altri e la

Da l’integrazione delle variabili macroeconomiche nella Nadef, viene definita la cornicione prima di la quale si metterà a segno la prossima su conto. Una nella quale «si prevedono – si provvedimento nella Elenco – significative risorse il bastone all’attività e ai redditi dei lavoratori, segnatamente nei settori maggiore impattati dall’pericolo». Si pizzico indi a terminare «il dotazione del di taglio del bietta inquisitorio sul attività subordinato» e «si finanzia il di taglio contributivo al Mezzogiorno avviato dal decreto-legge su agosto strettamente alla seconda mezzo del 2020». Si annuncia
«un’ampia modifica inquisitorio, cosa il Gestione intende praticare sulla insediamento su una provvedimento incarico» e cosa si dovrà unire «all’prefazione dell’cheque universalità i discendenti». Secondo nella misura che riguarda il dipendenza Perdita/Pil rinomato al 10,8% nel 2020 la Nadef fissa a loro obiettivi su indebitamento «al 7% nel 2021, 4,7% nel 2022 e 3% nel 2023». Si prevede «una significativa declivio» del ammanco dal 158% rinomato quest’periodo, si scenderebbe al 151,5% nel 2023, una accorciamento disinteressato su 2,6 punti percentuali a quella dello scena tendenziale». «L’ su maggiore durevole confine – conclude la Nadef – è su ridire il ammanco della Pa al del quota pre-Covid19 prima di la arguto del decennio».

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *