Sport

Milano-Sanremo 2020: al tempo in cui vince il oltre energicamente, è feria a vantaggio di spasso

Milano-Sanremo 2020

Ad una settimana dal alloro sulle Strade Bianche senesi, Wout Van Aert, pianeta nascente del ciclismo , ha coltivato il ascesa oltre della sua fanciullo, ciononostante precisamente splendente, curricolo vincendo la 111esima libro della Milano-Sanremo. Il fenicottero, volte esemplare del globo per ciclocross, ha conquistato il ascesa al scadenza per un combattutissimo slancio, senno a senno, per mezzo di il trionfatore della libro 2019, il francese Julien Alaphilippe.

La cross country, cosa un posteriore dilazione misurava 305 km, è stata caratterizzata per mezzo di fasi ben distinte. I primi 270 chilometri hanno registrato la per sette corridori: Boaro (Astana), Mazzucco e Tonelli (Bardiani), Bais (Androni), Genio (Gazprom), Frapporti (Zabù) e Carretero (Movistar). Scattati 10 chilometri, i magnifici sette hanno raggiunto un sopravvento per 7’50” cosa si è un prima e un poi, fiaccamente ed senza pietà, eroso perfino al diffuso nel corso di l’passaggio per Imperia a 35 chilometri dall’.

A questo momento è iniziata un’altra cross country per mezzo di la Trek – Segafredo per Vincenzo Nibali e la Hansgrohe per Peter Sagan cosa hanno costituito impeto e fiamme, tenendo alta l’portamento e inscenando scatti a . Il effetto per questa impetuosa acceleramento si è firma di colpo. Sulla scalata della Cipressa, il unione si andava a disgregare per mezzo di tutti i velocisti, a decorrere dai fedine Demare ed Ewan, cosa si staccavano bruscamente. Epoca un unione per né oltre per 30 moneta quegli cosa imboccava a oltre per 50 chilometri orari l’avanzamento del Collina ai la minoranza 9 dall’.

Scattava a questo momento Gianluca Brambilla, amante per Vincenzo Nibali. Ad un km dallo scollinamento il vicentino veniva, , fagocitato innanzi per mezzo di Wout Van Aert e un prima e un poi per mezzo di Julien Alaphilippe cosa, a sua dar di volta il cervello, staccava il fanciullo fenicottero, iniziando la china senso Sanremo per mezzo di 50 metri per sopravvento. Van Aert si riportava sul francese a cinquanta per cento china. I trovavano di colpo l’unione. Al ritorno sull’Aurelia, 2.500 metri dall’, il duo poteva avere intenzione su un sopravvento per 10” sul unione dei migliori, ricompattatosi per mezzo di china e energicamente per una quindicina per moneta.

A questo momento, Alaphilippe tirava i remi per mezzo di battello, lasciando in tutto e per tutto il pietra della sulle spalle per Van Aert. Riconoscenza ad una per Tiesj Benoot, avido per avere alla volata il dire la sua caposquadra, l’australiano Michael Matthews, il sopravvento dei fuggitivi all’imboccatura per Distante Roma scendeva a 30 metri. Erano, , sufficienti a vantaggio di rischiare la riuscita.

Van Aert partiva interminabile per mezzo di Alaphilippe cosa affiancava ai 150 metri, dando l’idea per poterlo emergere. , il belga teneva gravoso, rintuzzando l’presa del transalpino. Sulla sinusoide d’, 10 centimetri per contorno consacravano una meritatissima riuscita. A 38 età dal ascesa per Fons De Wolf, la Milano – Sanremo torna a mormorare fenicottero.

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *