Sport

Riserva il Covid esiste solamente durante schiera A e nelle schiera minori non uno controlla: “Qua la salvezza va a punta”

e Covid, tamponi con B: nelle categorie minori non uno controlla

Sopra Italia i contagi per Covid-19 crescono durante procedimento senza fine la maggior parte esponenziale, al grado per causare il Maneggio a svaporare un ardito Dpcm da restrizioni a vacanze, caffè, ristoranti e gite scolastiche. La notizia conclusione né ha risparmiato non anche il purgato dello spasso: il , proprio così, vieta “tutte le gare, le competizioni e tutte le impresa connesse agli spasso con tocco aventi segno amatoriale“. Tradotto: possono durare ad abituarsi e ricrearsi solamente le gruppo professionistiche e le associazioni dilettantistiche riconosciute dal Gruppo nazionalistico italiano (CONI) e dal Gruppo italiano paralimpico (CIP). Vanno antecedentemente allora le principali competizioni sportive nazionali, nel sollecitudine dei protocolli stilati sequela al Gruppo specialista rigoroso. Eppure è giusto nei protocolli – il quale contengono tutte le procedure anti-Covid obbligatorie per emotività le gruppo e le azioni per attuare nel circostanza durante cui si registra un epidemia – il quale c’è una grandissima dislivello con cura a seconda della tipo durante cui gioca la singola unità. sia con , con se no con purchessia alieno spasso per tocco. E, non anche a dirlo, a sussistere penalizzate sono le gruppo il quale militano nelle schiera minori.

Il fondamento? Interamente ruota fra i piedi all’onere con concludere i tamponi, al circostanza l’unica test certa (sequela al quesito sierologico, il quale tuttavia né dà indicazioni precise su una positività durante percorso) per emotività disporre poiché un calciatore ha se no la minoranza il Coronavirus. Riserva le squadre professionistiche sono tenute a farlo inizialmente con ogni anno sfida, l’onere cade nel momento in cui si scende nel dilettantismo. “Serve solamente un’autocertificazione durante cui l’sportivo dichiara sott’occhio la sua avvedutezza con né avere in incubazione avuto sintomi compatibili da il Covid contatti da potenziali infetti”, spiega a TPI Francesco Eccellente, primario dell’ACR Messina, unità il quale milita durante D. “La per emotività me è parecchio teppa: né fornisce garanzie con vietare i contagi, eppure allo compagno cielo per dilettanti né possiamo congetturare con onorare i protocolli con A. Il sarebbe altissimo”, dichiara di più il .

e Covid: tamponi obbligatori solamente per emotività i professionisti

Il difficoltà poi, in qualità di senza fine, è basso: né si può congetturare con contegno tamponi a tutti i calciatori il quale giocano nel nostro Regione. E, dando un’sguardo ai qualità pubblicati dalla Figc, si capisce il fondamento: durante Italia i professionisti sono per quanto riguarda 15mila, fino a tanto che i dilettanti sono più avanti 365mila (sprovvisto di raccontare i settori energico e scolastico). Ormai – durante una periodo durante cui i tamponi servono a interamente il Regione – contegno quesito settimanali su tutti questi calciatori. ci sono quattrini, né ci sono reagenti, né ci sono le strutture per emotività poterlo concedere. Senza contraddizioni capire il quale i dilettanti, durante in quale misura tali, svolgono altri lavori. Per caso questo fondamento, il Maneggio e il Cts hanno citato il quale fosse il vicenda con rappresentare obbligatori solamente i tamponi durante A, B e Combriccola Giovamento.

Nella A (in cui i positivi sono 80, nel circostanza durante cui scriviamo), tutti i giocatori sono obbligati a contegno un tampone 48 ore inizialmente con una sfida. Restano immutate tutte le altre norme con salvezza: stima della clima all’varco e all’deflusso dallo periodo, sanificazione degli ambienti, borchia durante , anticamera durante ramo da distanziamento, bordo al manifesto sugli spalti. Regole simili valgono durante B e durante Combriccola Giovamento. In relazione a calcoli, nel sommo con italiano – per giugno trascorso – ogni anno calciatore si è illustrato a per quanto riguarda 30 tamponi, per emotività un profondo con 30mila quesito al compenso con 120 euro ogni. Sopra profondo, le squadre con A hanno speso 3,6 milioni con euro durante tamponi. oltremodo di fuori vivanda per emotività il dilettantismo.

I dilettanti sono la maggior parte immuni? Naturalmente voto negativo

Il sospetto intenso è il quale, in qualità di è chiaro il quale sia, il Coronavirus né fa distinzioni fra professionisti e dilettanti. Contagia tutti alla stessa comportamento e, sprovvisto di tamponi inizialmente con ogni anno sfida, il con passarsi il Covid fra le centinaia con migliaia con calciatori il quale ogni anno settimana giocano sui campagna con sobborgo è in verità eccelso. A decifrare com’è la fra i dilettanti, a TPI, è Valerio Abagnale, fresco investigatore della Romulea, unità il quale milita nella inizialmente tipo romana. “I tamponi? Si fanno solamente durante vicenda con positività con qualche figlio se no genitori. Noialtri, ogni anno arco il quale qualcuno entra nella sistemazione, dobbiamo esigere solamente l’autocertificazione. Eppure naturalmente lascia il cielo il quale trova, firma il quale la né si ha giammai”, racconta. Anche se durante inizialmente tipo, altri obblighi rimangono durante esuberanza: “Facciamo onorare le distanze – continua Abagnale -, usiamo le mascherine, facciamo gare e allenamenti sprovvisto di manifesto, misuriamo a tutti la eccitazione, abbiamo un ampiezza in cui teniamo con tutte le persone il quale entrano nella sistemazione durante procedimento simile, durante vicenda con positività, con poter ragguagliare tutte le persone presenti quel giorno per giorno. Noialtri facciamo il sommo per emotività onorare i protocolli, eppure c’è copioso inquietudine con doverci sostare con ardito”.

Anche se Francesco Eccellente, primario dell’ACR Messina, teme la maggior parte con interamente un ardito stop: “Temo – dice a TPI – il quale i campionati dilettantistici né verranno conclusi quest’era. Riserva continuano ad allungarsi i contagi, per primario né vedo altra poiché né imprigionare dentro i prossimi coppia mesi. Consideriamo il quale ci sarà l’induzione e né sarà chiaro dividere i sintomi. Sopra A ci sono decine con positivi. Facendo i tamponi per , avremmo stessi qualità se no la maggior parte alti…”. In relazione a il primario, “né siamo pronti a contegno i tamponi nel dilettantismo, pure sappiamo il quale andrebbero fatti. Vietare interamente quello spasso dilettantistico a qualità nazionalistico? Significherebbe imprigionare le scuole , quello spasso scolastico, le palestre, implicare una schiera con lavoratori il quale hanno urgenza con fare affari”. Le singole squadre, a tutti i livelli, stanno facendo con interamente per emotività contegno qualcosa durante la maggior parte sollecitudine al protocollo, eppure né si riesce ad andare a trovare più avanti qualche sierologico durante la maggior parte. Risolutamente strabocchevole poco o nulla per emotività avallare l’salvezza dei calciatori e, una arco il quale questi rientrano a abitazione, delle coloro famiglie.

A lui altri spasso: il vicenda del

Negli altri spasso per tocco, la né è parecchio diversa dal . Nel attecchire l’norma del , bisogna tuttavia inizialmente decifrare il quale nella pallacanestro italiana il professionismo è riconosciuto solamente nella sentenza schiera, la A1. Dalla A2 durante laggiù, invece di, si è precisamente dilettanti. ciò, i protocolli anti-Coronavirus prevedono l’onere con tampone alla B, poi la terza tipo del . , i tamponi né sono ripetuti inizialmente con ogni anno sfida in qualità di il . Sono obbligatori solo inizialmente della addestramento pre-campionato e in secondo luogo noto della inizialmente sfida (5 giorni inizialmente). Da un’posteriore dislivello fra le varie categorie: durante A1 e A2, è imposto dalla legge contegno un quesito sierologico e in secondo luogo un subdolo tampone, il quale deve avere in incubazione scioglimento malefico. Sopra B1, solamente il sierologico e un tampone veloce.

E nelle categorie inferiori? A replicare a questa richiesta, a TPIè Emanuele Franciò, allenatore dell’Amatori Basket-ball Messina, il quale milita durante D. “I campionati regionali inizieranno a novembre – premette – e poi può di più ereditare il quale ci siano nuovi Dpcm e nuove regole. Venerazione ai campionati professionistici, né abbiamo alcun onere con contegno tamponi. abbiamo l’onere con autocertificare le condizioni con benessere dei giocatori all’ del riunione e in secondo luogo ogni anno settimana, più avanti alle altre procedure in qualità di il dominio della clima, la sanificazione, l’uso con scarpe diverse nella parte interna e di fuori dall’struttura e le mascherine durante . L’dell’ultima ora Dpcm ci ha esonerati dal contegno il quesito sierologico scattante, il quale inizialmente invece di dovevamo per emotività facoltà concludere inizialmente con impostare il ”. In relazione a Franciò, il difficoltà “né è solamente basso, eppure organizzativo: bisogna avere in incubazione i tamponi pronti inizialmente con ogni anno sfida, atleti né sono professionisti e fanno altri lavori. Diventa interamente ”.

The show must go acceso: e la salvezza?

“Nel ardito Dpcm – ha palese il dello , Vincenzo Spadafora – abbiamo tutelato né solamente quello spasso professionistico eppure come dilettantistico: associazioni e gruppo sportive, federazioni ed enti con réclame hanno proprio così determinato test con aver rispettato da serietà i protocolli emanati nelle scorse settimane, ripetutamente affrontando spese con concordanza e messa nera durante salvezza degli spazi e delle strutture”. Guardando alle regole il quale il purgato dello spasso si è determinato per emotività poter da le gare sprovvisto di impedire interamente a movente del Covid, l’emozione tuttavia è il quale nel bramare con controbilanciare interessi economici e la patrocinio della benessere degli atleti si sia finiti per emotività scendere durante una infinito .

La raccolta è stata garantire il professionismo (da l’indotto basso il quale nelle consegue, eppure riconoscenza ai qualità la maggior parte bassi durante in quale misura a profondo con atleti tesserati) da l’uso dei tamponi, fino a tanto che per emotività avallare nel dilettantismo si è puntato invece di sul buonsenso delle persone. Una fede e propria intesa, firma il quale tutti addetti ai lavori consultati per TPI si strappata con misure in qualsiasi modo insufficienti il quale lasciano durante tutti sportivi una stupore con mancata salvezza. Invece di fuori dagli stadi e dai palazzetti imperversa una pandemia il quale contagia migliaia con persone ogni anno giorno per giorno.

1.  e Covid, (presidente Aic) a TPI: “ passi il lettera il quale il protocollo è ” / 2. Covid, c’è il e in secondo luogo c’è il scarto del purgato: nel momento in cui le regole né sono uguali per emotività tutti / 3. Il primario della Lazio, Ivo Pulcini, a TPI: “Infruttuoso sostare il , bisogna convergere sull’ con ”

4. Preziosi: “Noialtri del Genoa né abbiamo contattato l’Asl, interrogativo De Laurentiis l’ha realtà? Attualmente il è nel fiera” / 5. Coronavirus, durante Spagna ragazzi organizzano la sfida con “sani per contro infetti” / 6. In questo modo De Luca ha assestato al Napoletana con né ricrearsi per contro la Juventus: le mail e i documenti

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *