Economia

Smart working: le nuove regole con esuberanza perfino al 31 dicembre 2020

Smart working: le nuove regole con esuberanza perfino al 31 dicembre 2020

Insieme la remora dello di stato durante necessità perfino al 31 gennaio 2021, ancora le norme riguardanti smart working semplificato sono state prolungate e resteranno con esuberanza perfino al mese antecedente, ossia il 31 dicembre 2020. Le disposizioni emergenziali previste al batter d’occhio, la cui obbligo originariamente fissata attraverso il 15 ottobre, resteranno quindi con esuberanza attraverso altri 3 mesi, quando alla obbligo della remora, a eccetto quale questa né venga ancora prolungata, attraverso le aziende né sarà maggiore pensabile basare i lavoratori con smart working con espediente personale e senza esitazione a lei accordi individuali previsti dalla delibera 81/2017.  Durante codazzo, nel , alcune informazioni relative allo smart working e alle sue regole.

Smart working attraverso chi ha figliolanza minori durante 14 con

Rimangono invariate le regole sul operazione leggero attraverso chi ha figliolanza, minori durante 14 , con . Il , garzone , può distendere la rendimento durante operazione con modalità leggero attraverso in tutto e per tutto se no unità del spazio della tempo della , disposta dalla Asl territoriale a codazzo durante un rapporto un certamente Covid all’intimo degli istituti scolastici, del bimbo convivente e più piccolo durante 14 . Nell’possibilità con cui la rendimento lavorativa né può capitare voltata di sbieco smart working, dei padre e madre, alternativamente, può fare a meno dal operazione attraverso in tutto e per tutto se no unità del spazio della del bimbo. questo accaduto, al garzone è riconosciuta un’compenso equivalente al 50% della emolumento.

Le regole attraverso dipendenti pubblici e lavoratori disabili

smart working è di stato prorogato perfino al 31 dicembre 2020 attraverso il 50% dei dipendenti della Pubblica Contabilità mansioni quale possono capitare svolte presso dinastia. Per giusti motivi riguarda i lavoratori disabili, invece di, seguente il 15 ottobre potranno degli accordi aziendali le rappresentanze sindacali aziendali (RSA/RSU) se no territoriali quale regolamentino il al operazione leggero.

Situazione succede dal 1 gennaio?

Quanto sopraddetto smart working semplificato scade il 31 dicembre 2020, quando il 31 gennaio 2021 scadrà di stato durante necessità sanitaria. Se non altro questo né verrà prolungato ancora, dal 1 gennaio 2021 serviranno accordi individuali attraverso accendere il operazione presso distante. Il datore durante operazione e il garzone , quindi, dovranno ratificare un affiatamento quale definisca la durante giorni a settimana con smart working, a lei strumenti consentiti, a lei orari durante disconnessione e il conto durante eventuali straordinari. Se non altro il 1 febbraio a lei accordi entro le parti né verranno siglati, i dipendenti né potranno maggiore con regola durante smart working.

Ordinamento ancora: 1. “La né ci vuole giammai stimare perfino a dal momento che deve attraverso volontà capitare partecipazione quale il virus né è giammai di stato eccetto fatale”. Parla Cartabellotta del Gimbe 2.Senza occuparsi di il Covid abbiamo realizzato solamente delle terapie intensive e ordinario un terzo dei finanziamenti attraverso posti fondo e tamponi / 3. Coronavirus, Pregliasco: “Tra poco due-tre settimane si rischia durante recintare i confini regionali” / 4. Tutti i qualità su Immuni entro le omissioni delle Asl e la trepidazione dei contagiati

5. Poliziesco, arancione, socialista: i 3 scenari del Cts attraverso le chiusure se in accordo salgono i contagi / 6. Covid, il sottosegretario di stato Affidamento: “Il 75% dei contagi presso parenti e amici: stop a tutte le vacanze” / 7. L’epidemiologo Le Foche: “I contagiati hanno cartuccia virale bassa, contagio domabile con giovinezza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *