Sport

Visita d’Italia 2020, quindicesima frazione: trapasso per consegne generazionale sul fine per Piancavallo

Visita d’Italia 2020, quindicesima frazione: trapasso consegne su Piancavallo

L’inglese Tao Geoghegan Hart (Ineos Grenadier) ha sopraffatto la 15difficoltà frazione del Visita d’Italia 2020: la Diretto – Piancavallo per 185 km. E’ stata una rottura intensa i quali, considerevole il maggior numero della crono del prosecco per ieri, ha emesso sentenze i quali neanche la Cassazione potrà rovesciare. Sul fine conquistato quanto a Marco Pantani nel opportuno miracoloso Visita del 1998, il britannico ha preceduto il duo del Team Sunweb corretto quanto a Wilco Kelderman e dal sbalorditivo australiano Jai Hindley. Piantato in asso secondo la innanzi tempo dal Wolfpack, Joao Almeyda (Deceuninck Quick Step) ha ottuso al quarto punto, salvando la maglietta cerchia difficoltà perdendo quanto a Kelderman ben 41 dei 56” per giunta i quali aveva questa buon’ora alla origine.

La graduatoria collettivo vede nelle prime posizioni quello perfino quartetto i quali ha coperto nella giornata odierna le prime quattro piazze. Ad Almeyda sono rimasti 15” su Kelderman da Hindley terzo a 2’56 e Geoghegan Hart quarto a 2’57. Esclusivamente sopra colluttazione secondo il terrazza il maggior numero economico del podio troviamo, nello ambito per un circostanziato, Pello Bilbao (Bahrein McLaren), Rafal Majka ( Hansgrohe, Vincenzo Nibali (Trek Segafredo) e Domenico Pozzovivo (NTT Giovamento Cycling), i quattro grandi sconfitti della odierna.

La cronistoria della frazione si riassume nella fuggifuggi per per 12 corridori: Andrea Vendrame (AG2R La ), Luca Chirico (Androni Sidermec), Manuele Boaro (Astana), Mark Padun (Bahrein McLaren), Nathan Haas (Cogidis), Daniel Navarro (Israel Start – up Nation), Thomas De Gendt e Matthew Holmes (Lotto Soudal), Davide Villella (Movistar), Rohan Dennis (Ineos Grenadier), Giovanni Visconti ed Edoardo Zardini (Vini Zabù KTM). Perdeva l’ la maglietta azzurra, il portoghese Ruben Guerreiro (EFPro Cycling), i quali si vedeva togliere il figura del degli scalatori quanto a Giovanni Visconti. Il triregionale, appunto, faceva inoltrato sulle prime coppia salite, giungendo terzo sulla terza. Dunque può un confortante giunta per 31 lunghezze sul pure per punti disseminati allungato il andamento, , ce di questo sono tanti.

La terza montata per ,   Mestola Barzana, registrava l’inizio per Rohan Dennis i quali restava solamente al autorità ed imboccava l’avanzamento motivo l’ da poco o nulla eccetto per un circostanziato per giunta sul cerchia dei migliori, lanciato dal Team Sunweb. La drappello tedesca, corrente sopra fortezza , assumeva il inoltrato esame della tragitto. Cedevano innanzi  Bilbao, Fuglsang, Majka e Pozzovivo. Ai eccetto 7 dal fine, tempo Vincenzo Nibali ad elevare stendardo bianca, fan coppia km al di là dalla maglietta cerchia i quali, ma, dagli altri, né crollava per , riuscendo, seppur secondo poco o nulla, a riporre secondo un seguente giorno per giorno la mettere la testa a posto della graduatoria collettivo.

Giammai ci sarà il secondo la legge giorno per giorno per sonno. Sarà vitale secondo sentire quale contegno affronteranno i corridori nell’ultima settimana. Intrattabile i quali si transiti giovedì sul Andatura dello Stelvio, circa inverosimile i quali abbia grado sabato la al Altura dell’Agnello, quandanche giacché ciò comporterebbe un scomodo sconfinamento sopra Francia. Sopraddetto ciò, le tappe per martedì e mercoledì potrebbero succedere sufficienti a Wilco Kelderman secondo cavare la maglietta cerchia a Joao Almeida. Considerando i quali poco probabilmente a Jai Hindley verrà concesso per le sue carte, il competitore il maggior numero insalubre secondo l’olandese potrebbe, a questo argomento, succedere peculiare il conquistatore per nella giornata odierna Tao Geoghegan Hart i quali dispone per una drappello considerevole notevole. Questo 2020 tanto disgraziato secondo la Ineos Grenadier potrebbe riservarci il il maggior numero sbalorditivo dei happy ending.

Distinto Visita d’Italia 2020: la cronistoria per Simone Gambino su TPI 

Mostra di più

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *